Le azioni minime sulle aste (Minimum Internal Forces, da cui MIF) sono azioni per le quali desideriamo che i giunti di una certa sezione siano comunque progettati, ANCHE QUALORA I RISULTATI DEL CALCOLO CONDUCESSERO A SOLLECITAZIONI INFERIORI.


Per esempio

  • le MIF possono essere usate quando il nostro importer non può caricare le sollecitazioni nelle diverse combinazioni di carico: in questo caso le MIF sono le uniche azioni di progetto per i giunti se non si vogliono progettare i giunti a ripristino
  • le MIF possono essere usate per uniformare i collegamenti delle aste: se in un angolare doppio 60x60x6 poniamo una MIF di trazione pari al 50% della resistenza plastica a trazione, allora avremo sempre una bullonatura in grado di portare tale sollecitazione, anche qualora nel calcolo la sezione fosse poco impegnata
  • le MIF possono essere usate per rendere "poco sensibile" alle variazioni di modellazione una struttura: se il cliente varia oni giorno i carichi appesi ad una capriata, forze di progetto minime opportunamente grandi possono rendere il calcolo dei nodi indipendente dai risultati numerici del modello.


Le azioni interne di progetto MIF si definiscono all'interno del nome di una sezione usando la stringa [MIF Fx Fy Fzmin Fzmax Mx My Mz]. Forze vengono espresse in daN e momenti in daNmm. Ad esempio:


"Sezione 4 [HE 300 A] <S 355> [MIF 100 200 -300 400 500 600 700]"


Significa che la sezione in esame ha come forze minime di progetto:

Fx=100daN

Fy=200daN

Fz=-300daN / 400 daN

Mx=500daNmm

My=600daNmm

Mz=700daNmm


Valgono alcune semplici regole:

  • devono sempre essere indicati 7 numeri. Non si può ad esempio scrivere [MIF 100 200 -300 400].
  • si può usare il carattere "e". Per esempio [MIF 100 200 -300 400 500 600 700e3] significa che il momento torcente è 700000 daNmm.
  • Fx,Fy,Mx,My,Mz sono assunti come valori assoluti. [MIF -100 200 -300 400 500 600 -700e3] e [MIF 100 200 -300 400 500 600 700e3] sono equivalenti.
  • Solo Fzmin ed Fzmax sono considerati in segno: valori negativi si intendono di compressione. Se si mette Fz min pari a 0 l'asta non sarà compressa.
  • Fzmin ed Fzmax vengono riordinati dal sofware. Se scrivete  [MIF 100 200 400 -300 500 600 700e3] CalcS farà come se aveste scritto [MIF 100 200  -300 400 500 600 700e3], mettendo in Fzmin il valore più piccolo e in Fzmax il valore più grande.
  • Le azioni si intendono nel sistema di riferimento principale della sezione destrorso, come sotto.



Le azioni minime sulle aste possono essere settate dalla interfaccia apposita (disponibile nel menu "Modelli FEM"->"XXX"->"Edita le azioni minime di progetto")

Si intende "XXX" il nome del vostro modello FEM di origine


Il nostro consiglio e' comunque quello di scrivere le MIF sempre nel nome proprietà nel software di origine. Se si importa da DXF il nome proprietà corrisponde al nome layer.


Come selezionare le forze di progetto da impiegarsi per i vari macroelementi.

Ogni scheda di progetto di un macroelemento ha in generale 3 opzioni:

1. da FEM (se disponibile)

2. a ripristino

3. come nel seguito

Un pop-up permette di scegliere tra una di queste tre opzioni (qualcuna può non essere disponibile) ed una coppia di linee di input permette di definire 4+3 numeri, come nella immagine seguente.

1. da FEM (se disponibile)

Questa scelta richiede a CalcS di cercare pe ril macroelemento in esame le forze nelle varie combinazioni importate dal FEM. A tali combinazioni importate si aggiungono sempre le combinazioni definite dalle

Azioni minime sulle aste: MIF se le azioni minime sulle aste sono state definite per la proprietà sezione che interessa il macroelemento.

Nel caso le azioni FEM non siano disponibili e Le MIF non siano state definite, CalcS genera combinazioni fittizie con sollecitazioni prossime alle caratteristiche resistenti delle sezioni, se possibile: tali azioni genereranno nodi e connessioni fortemente dimensionati.

Altrimenti vengono generate forze di progetto molto grandi che renderanno in generale le connessioni non verificate.


2. A ripristino

Vengono generate combinazioni contenenti le azioni resistenti delle aste


3. Come nel seguito

CalcS vi chiede 7 numeri:

- 4 numeri da 0 ad 1 per le forze e

- 3 numeri da 0 ad 1 per i momenti.

I quattro numeri per le forze sono Fx Fy Fzmin ed Fzmax espresse in termini di percentuale delle caratteristiche resistenti della sezione. Per esempio nel caso di un profilo IPE


"0.1 0.2 -0.1 0.5"


significa che viene considerato un taglio in direzione