I macroelementi sono gli oggetti più importanti alla base del funzionamento di CalcS.

CalcS è in grado di

  • effettuare il disegno esecutivo di un macroelemento, ed effettuarne il calcolo di dettaglio,
  • collegare tra loro due o più macroelementi.


Per esempio se un macroelemento è una capriata ed un macroelemento una colonna CalcS farà quanto segue:

  • calcolerà e disegnerà i nodi delle capriate,
  • calcolerà e disegnerà il nodo di base delle colonne,
  • collegherà colonne e capriate tra loro in maniera che ciascun macroelemento sarà opportunamente connesso all'altro.



Sforzi di progetto

Qualora non fossero disponibili gli sforzi di progetto dei nodi, Calcs effettuerà giunti a ripristino, come dettagliato nella scheda di ciascun macroelemento strutturale.



Flessibilità dei macroelementi

Nonostante i macroelementi non siano tantissimi, ciascun macroelemento contiene al suo interno una grande varietà di forme, ed è possibile combinando i pochi macroelementi disponibili generare una grande quantità di strutture complete.

Nelle prossime righe trovate qualche esempio.


Macroelementi relazionali

Alcuni macroelementi (ad esempio La campata di controvento WB_1 o La colonna C_1) sono formati da membrature strutturali (nell'esempio citato un insieme di elementi finiti costituisce un macroelemento: una colonna verticale).

Alcuni macroelementi sono "relazioni fra elementi", (ad esempio L'incrocio di controventi BC_1).

Un macroelemento relazionale gestisce il rapporto tra due o piu' macroelementi, e non e' costituito da membrature strutturali modellate nel modello agli elementi finiti. Ad esempio il macroelemento relazionale BC_1 citato consente di interrompere uno dei due controventi quando due o piu' aste di controvento hanno in comune un nodo:



Esempio di struttura

Ad esempio nel modello soprastante:


Con questi pochi elementi è stato possibile costruire un edificio industriale monopiano con soppalco interno.