Quale è il miglior software per l'ingegnere strutturista? Questa è la domanda che ci fanno tantissimi utenti di CalcS, una volta compreso che noi sviluppatori ci confrontiamo con tantissimi software.


Non è il nostro scopo dare giudizi, sono tanti e diversi per varie ragioni.


Per esempio Straus è versatile e "multifisica": ha almeno anche la parte termica, e consente di fare molte cose. Ma è uno strumento più vicino alla professione avanzata che alla professione corrente. JASP è incredibilmente completo, considerato il prezzo che ha, ma è meno flessibile nell'utilizzo di Straus o Midas. MIDAS è secondo noi adatto a chi lavora in tutto il mondo, ha verificatori plurinorma....e così via.


Lasciateci innanzitutto categorizzare i vari software, secondo una classificazione fatta da ing. Andrea De Angeli su facebook, che ci ha concesso di pubblicare:


Categorie di software

pubblicato da Andrea De Angeli, nel gruppo "L'ingegnere Strutturista"  (link (solo per iscritti a L'ingegnere Strutturista))


"A mio avviso esistono diciamo 3 categorie di software.

A) Quelli di ambito specifico che si occupano di uma tipologia di materiali e/o dettaglio, es. Aedes (Pcm Acm) per la muratura esistente e nuova o 3d muri ecc ecc. Software tipo calcoli di dettaglio nodi idea statica o CSE su tutti.

B) Software "operativi" e in questa categoria possiamo mettere da CDS a En.ex.sys. Modest e Prosap, Edilus Sismicad e Mastersap.

C) software general pourpose e qui mettiamo sap2000, straus7, midas.

Ti ho messo le tre categorie in ordine crescente di prezzo. I software A ti serviranno se ti specializzi in un campo o se fai solo determinate strutture, i software B sono quelli che vanno per la maggiore, sono generalmente composti di un modulo base e moduli extra da acquistare alla bisogna per le verifiche di legge (acciaio, ca, legno, geotecnica, pali) e per il relativo disegno. In output chi più chi meno ti forniscono le relazioni idonee per il deposito delle opere strutturali presso gli enti competenti. I software di tipo C ti permettono i controlli avanzati in fase di modellazione, es implementazione di materiali non lineari con equazioni a scelta dell'utente, modellazioni fem con es differenti tipologie di mesh 2d 3d, definizioni di quasi ogni analisi di dettaglio. Tendenzialmente hanno output tremendi esteticamente parlando, le verifiche normative vengono affidate a software terzi o a volte interne. Esiste poi un altra categoria di software di un altro pianeta tipo Ansys ma evito di farti più confusione di quella che avrai già. Io credo che l'80 degli strutturisti abbia un software della categoria B a cui affianca in genere uno di categoria A, come si fa a scegliere un software.... non è facile, in genere ad esempio qualcuno prosegue con il software del suo "maestro", a volte da non trascurare la distanza del tuo ufficio dalla software house, ora c'è il covid ma a mio avviso è importante poter seguire dei corsi i sede della software house avrai contatto con gli sviluppatori e da loro imparerai limiti e vantaggi (tutti i software hanno due lati della medaglia). Se parti da 0 ti consiglio di perdere un paio di mesi, scaricarti le trial, vederti qualche video, per me con questo metodo ho decimato tutti quelli con cui non sentivo feeling, se hai possibilità rivolgiti a qualche collega e cerca di passare 1 o 2 giorni accanto a lui mentre usa il suo software. Quando avrai ridotto la cerchia inizia a valutare offerte economiche, tempistiche di pagamento, offerte (rent to buy) e valuta la presenza di forum per lo specifico software (anche su Facebook trovi qualcosa) dagli un occhio e cerca di capire eventuali difficoltà, alla fine a imbuto sarai riuscito a avere 2 o 3 programmi tra cui scegliere e il portafoglio avrà la meglio.... i software C sono per chi fa cose non standard, è ovvio che ci puoi fare tutto, ma fare una villetta in c.a. di due piani con midas con pilastri su maglia 4x4 è come sparare a una zanzara con un carroarmato, per carità magari la ammazzi ma ti ci vuole una giornata per prendere la mira. Spero di non averti annoiato ma è a mio avviso utile che tu capisca la logica anche commerciale che ci sta dietro a un software. Per finire ti faccio dei sottoinsiemi dei software di tipo B in senso crescente a mio avviso del binomio validità software validità assistenza

[segue elenco di software]"


Noi di CalcS accettermo questa categorizzazione e chiameremo nel seguente modo le 3 categorie di cui sopra:

A) "Specialistici"

B) "FEM per ingegneri civili"

C) "FEM multiscopo"

Con FEM si intende "software di modellazione agli elementi finiti" anche se in realtà FEM (Finite Element Method) indica un metodo di discretizzazione su supporto compatto che consente la trasfromazione di un problema continuo in uno discreto (risolvibile con il computer).


Su questa pagina e nelle sottopagine correlate metteremo in futuro altre note circa le differenze o le particolarità di ciascun software FEM, se volete potete dare una occhiata nel frattempo a Le connessioni nei software FEM.