Questo sito riporta il manuale di CalcS, ma poichè da CalcS è possibile generare in automatico modelli 3D di FreeCad, aggiungiamo in queste pagine qualche nozione sull'utilizzo di questo ottimo software CAD open Source.


Vediamo come ottenere in automatico viste e sezioni dei modelli 3D di FreeCad, come detto i modelli potrebbero anche essere stati generati in automatico da CalcS, mediante il comando Esporta in FreeCad.


La capacità di ottenere viste e sezioni in automatico di modelli 3D è molto importante, per esempio noi programmatori di CalcS apprezziamo molto questa capacità in TEKLA. Usando FreeCad potete farlo con software libero (e quindi gratuito).


Vediamo come.


Apriamo un file FreeCad.


Una volta aperto un file in FreeCad, passiamo all’ambiente (In FreeCad si chiamano “workbench”) “Arch”



Una volta all’interno dell’ambiente Arch possiamo cliccare con il destro su una faccia che giaccia sul piano del quale vogliamo ottenere la vista (prospetto o sezione) e poi dal menù contestuale navighiamo su “Utilità” e su “Seleziona piano”



Comparirà una griglia di default nel piano che abbiamo selezionato



Usando (se volete) l’albero di selezione a sinistra selezioniamo tutte le entità che vogliamo veder comparire nella vista 2D



E poi schiacciamo l’apposito tasto di creazione sezione


L’oggetto di tipo Sezione compare nel grafo ad albero del presente file FreeCad


Ora, passiamo all’ambiente “TechDraw”

Clicchiamo sul pulsante “Nuova Pagina” e scegliamo il formato

Con le Tab a fondo pagina andiamo sulla pagina appena creata e poi selezioniamo nel grafo a sinistra la sezione precedentemente creata nell’ambiente “Arch”.


Siamo quasi arrivati: scegliamo il tasto “inserisci vista da ambiente Arch” e nel grafo ad albero, all’interno della pagina appena creata, comparirà lo oggetto “ArchView”. Cambiamone la scala, settiamo “All On” su “True” e “Show Hidden” su “True”. Ricordiamoci che dopo ogni cambiamento dobbiamo cliccare su F5 per rigenererare il disegno.

Nel nostro caso (ma lo abbiamo fatto apposta perché succede spesso), nel gruppo di selezione c’era un oggetto molto lontano dagli altri, e dunque la vista (contornata in verde) è “mal riempita”.

Pazienza, andiamo avanti perché il prossimo passo è importante. Clicchiamo su “Esporta in SVG”

E salviamo il file sul desktop (pippo.svg).


I file .SVG sono un formato di disegno a sempre più larga diffusione…ma supponiamo vogliate un DXF.

Allora installate ed aprite InkScape (https://inkscape.org/it/) e poi importate il file appena creato


Dopodichè, sempre in Inkscape,  dal menù “file” il comando “Salva come”, che ci permetterà di scegliere tra gli altri il formato .dxf.




Ecco qui! Nella figura seguente, aperto con ZWCAD (un software molto simile ad autocad) la sezione che cercavamo!